da   Ass. Il Racconto Ritrovato

I grandi poeti

 

Come una pianta diventa prigioniera del suo                 As a becomespot-bound

vaso, l’uomo diventa prigioniero                                  Man becomes ego-bound

del suo ego, chiuso                                                     Enclosed in his own limited mental consciousness

nella sua limitata coscienza mentale.                             

                                                                                  Then he can't feel any more

Allora non può più sentire                                           Or love, or rejoice or even grieve any more,

o amare, o sentire, o provare                                       He is ego-bound,

dolore.                                                                       Pot-bound

E’ prigioniero del suo ego                                           In the pot of his own conceit,

prigioniero del suo vaso                                              And he can only slowly die.

nel vaso della sua coscienza mentale                       

e non può che morire, man                                         Unless he is a sturdy plant.

mano                                                                         Then he can burst the pot,   

                                                                                 Shell of his ego                                                 

A meno che non sia una pianta forte.                          And get his roots in earth again,

Allora può far scoppiare il vaso                                  Raw earth.

uscire dal guscio del suo ego

e mettere radici ancora nella terra, nella terra

viva.

 

 

                                                                                                   David Herbert Lawrence

 


Dove gli alberi ancora

Abbandonata più fanno la sera,

come indolente

è svanito l’ultimo tuo passo,

che appare appena il fiore

sui tigli e insiste alla sua sorte.

Una ragione cerchi agli affetti,

provi il silenzio nella tua vita.

Altra ventura a me rivela

Il tempo specchiato. Addolora

Come la morte, bellezza ormai

In altri volti fulminea.

Perduto ho ogni cosa innocente,

anche in questa voce, superstite

a imitare la gioia

 

                                                                           Salvatore Quasimodo